La correlazione tra la supplementazione della dieta con di acidi grassi polinsaturi della serie 3 come, l’ac. eicosapentaenoico (C20:5, EPA), l’ac. docosapentaenoico (C22:5, DPA) e l’ac.docosaesaenoico (C22:6, DHA), e il decorso più favorevole di malattie cardiovascolari e stati infiammatori cronici è ormai nota da tempo. Negli ultimi anni la ricerca si è indirizzata verso lo sviluppo di fonti alimentari di omega-3 attraverso la riqualificazione della frazione lipidica di alimenti di largo consumo come ad esempio le uova. Gli effetti benefici degli acidi grassi 3 somministrati mediante integrazione della dieta con alimenti arricchiti sono strettamente legati al loro assorbimento che a sua volta dipende dalla conformazione dei trigliceridi e dei fosfolipidi in cui gli acidi grassi 3 sono inglobati. Studi recenti dimostrano che l’assorbimento del grasso di foca è più veloce e costante di quello dell’olio di pesce. Questa evidenza sperimentale è probabilmente attribuibile al fatto che nel grasso di foca (Seal Blubber Oil; SBO) gli acidi grassi 3 si trovano principalmente localizzati in posizione 1,3 dei trigliceridi, dove agisce lipasi pancreatica, mentre nell’olio di pesce gli stessi acidi grassi sono principalmente localizzati nella posizione 2 dei trigliceridi. Il presente lavoro ha come obiettivo la valutazione dell’effetto che l’integrazione dell’alimentazione delle galline con SBO ha sulla composizione e sulla conformazione della frazione lipidica delle uova. La ricerca è stata condotta suddividendo 72 galline, Single Comb White Leghorn (SCWL) di 26 settimane, in quattro gruppi e ad ogni gruppo è stata somministrata una determinata dieta per la durata di 9 settimane. Le diete sono state formulate a partire da una miscela di base contenente avena, grano ,soia, complesso vitaminico premiscelato e SBO nelle seguenti concentrazioni : DIETA A (controllo 5% sego), DIETA B (1.25 % SBO+ 3.75% sego), DIETA C (2.5% SBO+ 2.5% di sego), DIETA D (5%SBO). I campioni di uova sono stati raccolti dopo cinque e dopo nove settimane di alimentazione. I risultati ottenuti dimostrano che la composizione della frazione lipidica delle uova è nettamente influenzata dalla composizione della dieta delle galline e che sono sufficienti cinque settimane di alimentazione per ottenere il massimo arricchimento in acidi grassi w3

Analisi conformazionale dei trigliceridi e dei fosfolipidi delle uova arricchite con acidi grassi ω3

PACETTI, Deborah;FREGA, Natale Giuseppe
2003-01-01

Abstract

La correlazione tra la supplementazione della dieta con di acidi grassi polinsaturi della serie 3 come, l’ac. eicosapentaenoico (C20:5, EPA), l’ac. docosapentaenoico (C22:5, DPA) e l’ac.docosaesaenoico (C22:6, DHA), e il decorso più favorevole di malattie cardiovascolari e stati infiammatori cronici è ormai nota da tempo. Negli ultimi anni la ricerca si è indirizzata verso lo sviluppo di fonti alimentari di omega-3 attraverso la riqualificazione della frazione lipidica di alimenti di largo consumo come ad esempio le uova. Gli effetti benefici degli acidi grassi 3 somministrati mediante integrazione della dieta con alimenti arricchiti sono strettamente legati al loro assorbimento che a sua volta dipende dalla conformazione dei trigliceridi e dei fosfolipidi in cui gli acidi grassi 3 sono inglobati. Studi recenti dimostrano che l’assorbimento del grasso di foca è più veloce e costante di quello dell’olio di pesce. Questa evidenza sperimentale è probabilmente attribuibile al fatto che nel grasso di foca (Seal Blubber Oil; SBO) gli acidi grassi 3 si trovano principalmente localizzati in posizione 1,3 dei trigliceridi, dove agisce lipasi pancreatica, mentre nell’olio di pesce gli stessi acidi grassi sono principalmente localizzati nella posizione 2 dei trigliceridi. Il presente lavoro ha come obiettivo la valutazione dell’effetto che l’integrazione dell’alimentazione delle galline con SBO ha sulla composizione e sulla conformazione della frazione lipidica delle uova. La ricerca è stata condotta suddividendo 72 galline, Single Comb White Leghorn (SCWL) di 26 settimane, in quattro gruppi e ad ogni gruppo è stata somministrata una determinata dieta per la durata di 9 settimane. Le diete sono state formulate a partire da una miscela di base contenente avena, grano ,soia, complesso vitaminico premiscelato e SBO nelle seguenti concentrazioni : DIETA A (controllo 5% sego), DIETA B (1.25 % SBO+ 3.75% sego), DIETA C (2.5% SBO+ 2.5% di sego), DIETA D (5%SBO). I campioni di uova sono stati raccolti dopo cinque e dopo nove settimane di alimentazione. I risultati ottenuti dimostrano che la composizione della frazione lipidica delle uova è nettamente influenzata dalla composizione della dieta delle galline e che sono sufficienti cinque settimane di alimentazione per ottenere il massimo arricchimento in acidi grassi w3
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11566/36402
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact