L’area oggetto di questo studio floristico-vegetazionale, denominata Bosco Fantine, è compresa nell’area SIC (Sito di Interesse Comunitario) “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli” nel Comune di Campomarino (Habitat IT7222217) e comprende, oltre all’area boschiva, anche le aree retrodunali circostanti. Il sito presenta habitat di notevole interesse dal punto di vista naturalistico, come il bosco allagato, uno dei pochi lembi boschivi residui delle antiche formazioni forestali presenti nel passato nelle pianure alluvionali della costa adriatica. Al margine del bosco sono presenti habitat dunali con diversi aspetti di vegetazione di gariga mediterranea e, particolarmente interessanti anche perchè scarsamente conosciute, depressioni sabbiose umide con cenosi e taxa vegetali di notevole interesse ecologico e fitogeografico. In entrambi i casi si tratta di cenosi vegetali che ospitano una flora particolarmente significativa ed una fauna altrettanto rara ed interessante. The SCI “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli”. The object of this floristic-vegetation study is included in the SCI “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli”. From the XVII century, the area has undergone many changes by man, such as clearing of coastal lakes and forest vegetation and coastline reclamation between the Biferno and Saccione river. In this area many habitats with a natural value are present: the most important one is the Fantine wood. This is an interesting part of ancient woodland formations that were widespread in the alluvial plains of the Adriatic coast. At the edge of this forest of Fraxinus angustifolia subsp. oxycarpa and Ulmus minor, partially flooded, there are dune habitats with Mediterranean scrublands and wet sandy depressions called Fantine.

L'area SIC "Foce Saccione-Bonifica Ramitelli"

TAFFETANI, FABIO;ZITTI, Silvia
2011-01-01

Abstract

L’area oggetto di questo studio floristico-vegetazionale, denominata Bosco Fantine, è compresa nell’area SIC (Sito di Interesse Comunitario) “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli” nel Comune di Campomarino (Habitat IT7222217) e comprende, oltre all’area boschiva, anche le aree retrodunali circostanti. Il sito presenta habitat di notevole interesse dal punto di vista naturalistico, come il bosco allagato, uno dei pochi lembi boschivi residui delle antiche formazioni forestali presenti nel passato nelle pianure alluvionali della costa adriatica. Al margine del bosco sono presenti habitat dunali con diversi aspetti di vegetazione di gariga mediterranea e, particolarmente interessanti anche perchè scarsamente conosciute, depressioni sabbiose umide con cenosi e taxa vegetali di notevole interesse ecologico e fitogeografico. In entrambi i casi si tratta di cenosi vegetali che ospitano una flora particolarmente significativa ed una fauna altrettanto rara ed interessante. The SCI “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli”. The object of this floristic-vegetation study is included in the SCI “Foce Saccione-Bonifica Ramitelli”. From the XVII century, the area has undergone many changes by man, such as clearing of coastal lakes and forest vegetation and coastline reclamation between the Biferno and Saccione river. In this area many habitats with a natural value are present: the most important one is the Fantine wood. This is an interesting part of ancient woodland formations that were widespread in the alluvial plains of the Adriatic coast. At the edge of this forest of Fraxinus angustifolia subsp. oxycarpa and Ulmus minor, partially flooded, there are dune habitats with Mediterranean scrublands and wet sandy depressions called Fantine.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11566/66111
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact