Le distorsioni della comunicazione scientifica durante la Pandemia