L’allevamento su due branche esalta la produttività dello cherry