Il modello di specializzazione italiano: anomalie, dinamica e persistenza