Lo scritto mette in luce la criticità in cui si trovano alcune opere realizzate ad Ancona tra la seconda metà degli anni quaranta e i primi anni cinquanta da Gaetano Minnucci. I magazzini della SideCom abbattuti già da molti anni, il mercato del pesce oggetto di pesanti interventi volti ad assicurarne la massima funzionalità rispetto agli attuali standard e la chiesa del Santissimo Crocifisso rappresentano una parte del vasto panorama di tipologie edilizie sul quale si è cimentato l’ingegnere di origine marchigiana negli anni della ricostruzione.

Gaetano Minnucci e Ancona: un patrimonio di opere a rischio

Giovanni Bellucci
2019-01-01

Abstract

Lo scritto mette in luce la criticità in cui si trovano alcune opere realizzate ad Ancona tra la seconda metà degli anni quaranta e i primi anni cinquanta da Gaetano Minnucci. I magazzini della SideCom abbattuti già da molti anni, il mercato del pesce oggetto di pesanti interventi volti ad assicurarne la massima funzionalità rispetto agli attuali standard e la chiesa del Santissimo Crocifisso rappresentano una parte del vasto panorama di tipologie edilizie sul quale si è cimentato l’ingegnere di origine marchigiana negli anni della ricostruzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11566/310008
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact