La vasca di colmata di Ancona rappresenta un esempio virtuoso di come il riutilizzo dei sedimenti di dragaggio, anche contaminati, possa combinarsi con lo sviluppo sostenibile delle aree portuali. I sedimenti saranno utilizzati come materiale di riempimento per la vasca di colmata, la quale è stata costruita con idonee caratteristiche di impermeabilità. Una volta completata, essa costituirà un ampliamento del porto commerciale. Il riempimento sarà effettuato con sedimenti provenienti da diversi porti della Regione Marche, conferiti con modalità differenti. Per ottimizzare le operazioni di conferimento, la vasca è stata suddivisa in diversi settori che saranno riempiti in successione. Le scarse caratteristiche meccaniche e l’alta compressibilità dei sedimenti conferiti renderebbero incompatibile l’utilizzo degli stessi con la destinazione d’uso finale, pertanto è necessario prevederne il consolidamento. Le attività svolte hanno avuto come obiettivo l’ottimizzazione delle fasi operative inerenti il riempimento e delle scelte progettuali riguardanti la tecnica di consolidamento da attuare. In laboratorio è in corso una sperimentazione volta a determinare le caratteristiche di compressibilità e di permeabilità dei sedimenti anche a bassi livelli tensionali, per poter mettere a punto un modello adatto a simulare il processo di consolidazione degli stessi in condizioni di grandi deformazioni. La calibrazione del modello sarà possibile anche grazie alle osservazioni effettuate in larga scala su un’area di prova, attualmente in via di ultimazione.

Consolidmento di sedimenti marini in vasca di colmata. Attività sperimentali e risultati preliminari

FELICI, MIRKO
;
DOMIZI, JONATHAN;DI SANTE, MARTA;MAZZIERI, Francesco
2017-01-01

Abstract

La vasca di colmata di Ancona rappresenta un esempio virtuoso di come il riutilizzo dei sedimenti di dragaggio, anche contaminati, possa combinarsi con lo sviluppo sostenibile delle aree portuali. I sedimenti saranno utilizzati come materiale di riempimento per la vasca di colmata, la quale è stata costruita con idonee caratteristiche di impermeabilità. Una volta completata, essa costituirà un ampliamento del porto commerciale. Il riempimento sarà effettuato con sedimenti provenienti da diversi porti della Regione Marche, conferiti con modalità differenti. Per ottimizzare le operazioni di conferimento, la vasca è stata suddivisa in diversi settori che saranno riempiti in successione. Le scarse caratteristiche meccaniche e l’alta compressibilità dei sedimenti conferiti renderebbero incompatibile l’utilizzo degli stessi con la destinazione d’uso finale, pertanto è necessario prevederne il consolidamento. Le attività svolte hanno avuto come obiettivo l’ottimizzazione delle fasi operative inerenti il riempimento e delle scelte progettuali riguardanti la tecnica di consolidamento da attuare. In laboratorio è in corso una sperimentazione volta a determinare le caratteristiche di compressibilità e di permeabilità dei sedimenti anche a bassi livelli tensionali, per poter mettere a punto un modello adatto a simulare il processo di consolidazione degli stessi in condizioni di grandi deformazioni. La calibrazione del modello sarà possibile anche grazie alle osservazioni effettuate in larga scala su un’area di prova, attualmente in via di ultimazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11566/248475
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact